XXXVI Convegno di Ricerche Templari

Come da lunga tradizione anche quest’anno la L.A.R.T.I. organizza il consueto convegno di ricerche templari.

La sede prescelta per la XXXVI edizione è la città di Ravenna, presso la Biblioteca Classense (Sala Muratori), in Via Baccarini 3.

L’orario del convegno è dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 17,30, e prevede i seguenti interventi:

– 9,30-10,10: Loredana Imperio, “Gérard de Ridefort (1185-1189), un capro espiatorio
– 10,10-10,50: Vito Ricci, “Templari e Giovanniti a Trani
– 11,10-11,50: Fabio Serafini, “Il soggiorno di Rinaldo da Concorezzo in Francia
– 11,50-12,10: Enzo Valentini, “Le monete della precettoria templare di Payns (Champagne)

– 15,00-15,40: Giampiero Bagni, “Dante, Pietro da Bologna, l’arcivescovo Rinaldo da Concorezzo e papa Clemente a Bologna e Ravenna: l’influenza dei loro rapporti nel processo ai Templari
– 15,40-16,20: Sergio Sammarco, “Sulla presenza dei Templari a Terracina
– 16,30-17,10: Fernando Lanzi, “La devozione nell’Ordine del Tempio: ulteriori approfondimenti

Per informazioni: 3922713681

Ingresso della Biblioteca Classense a Ravenna

Annunci

“Il sarcofago ritrovato a Verona e i Templari”

Sabato 21 aprile si terrà un convegno storico scientifico sul recente ritrovamento di un sarcofago che, secondo le più recenti ricerche, avrebbe contenuto il corpo del maestro generale del Tempio, Arnau de Torroja.

Lo scheletro rinvenuto all’interno della tomba è ora sottoposto ad analisi specifiche per confermare la sua appartenenza al maestro generale.

Il convegno è stato organizzato per fare il punto delle ricerche e per dar modo a coloro che si interessano della storia dell’Ordine del Tempio di conoscere le metodologie, archeologiche e d’archivio, messe in pratica durante lo studio di questo manufatto.

Non poteva mancare la partecipazione della L.A.R.T.I. a questo importante appuntamento, dal momento che il responsabile scientifico della ricerca è il dott. Giampiero Bagni, socio dell’associazione.

La LARTI, inoltre, sarà presente con il suo presidente Loredana Imperio, che interverrà nella tarda mattinata di sabato con una relazione sulla presenza templare a Verona, e con Sergio Sammarco, responsabile del C.I.D.O.T., che modererà l’incontro.

In uscita gli atti del XXXV Convegno di Ricerche Templari

A fine febbraio sarà disponibile il volume degli atti relativi al XXXV Convegno di Ricerche Templari svoltosi il 23 settembre scorso a Roma.

Queste le relazioni presenti:
– Loredana Imperio: “Il culto di San Tommaso Becket nell’Ordine del Tempio”.
– Sergio Sammarco: “Sui possedimenti dei Templari a Roma”.
– Enzo Valentini: “I templari e i cavalli, secondo la Regola del Tempio”.
– Giovanni Pascale: “Vigne templari in Calabria”.
– Fernando Lanzi: “La devozione alla Madonna e ai santi nell’Ordine del Tempio: nuove acquisizioni (Francia, Spagna, Italia, Inghilterra, Scozia)”.
– Fabio Serafini: “Il ruolo di templari e giovanniti nella lotta all’eresia catara”.
– Giampiero Bagni: “La sepoltura del maestro generale Arnau de Torroja: fonti e analisi scientifiche”.
– Vito Ricci: “Strategie insediative e patrimonio fondiario dei templari in Capitanata, durante il regno normanno-svevo”.
– Nicola Pezzella: “L’immagine e il mito dei templari in Messico e in America Latina. Fonti e testimonianze”.
– Luciano Fortunato Sciandra: Considerazioni sul Templarismo”.
– Fabio Serafini: “Falsi e inesattezze nella ricerca templare”.


 

 

XXXV Convegno di Ricerche Templari – 2017

Come da lunga tradizione, anche quest’anno si terrà il consueto convegno di ricerche templari, organizzato dalla nostra associazione, giunto alla XXXV edizione.

La data fissata è per il 23 settembre prossimo, presso la sala conferenze dell’Hotel Relais Castrum Boccea (Via SS. Mario e Marta 27 – Roma).

L’orario è dalle ore 9,30 alla 19, con intervallo di colazione dalle 13,00 alle 15,00.

L’ingresso è gratuito

Disponibili gli Atti del 34° Convegno di Ricerche Templari

Atti 34° Convegno LR

ATTI XXXIV CONVEGNO – Nizza Monferrato 2016
a cura della LARTI – Libera Associazione Ricercatori Templari Italiani
cm 14 x 21 – pp. 136 – ill. b/n – euro 11,00

ACQUISTA ONLINE


Relazioni contenute nel volume:
– Loredana Imperio: “Due controversi maestri del Tempio: Philippe de Nablus e Odon de Saint Amand”.
– Fernando Lanzi: “La devozione nell’Ordine del Tempio”.
– Giampiero Bagni: “Lo scavo archeologico di Santa Maria del Tempio a Bologna: primi risultati”.
– Vito Ricci: “Presenza templare in Dalmazia”.
– Fabio Serafini: “La bolla papale “Dura nimis est” sull’eventuale fusione degli Ordini templare e giovannita”.
– Sergio Sammarco: “Un documento cistercense riguardante i Templari portoghesi”.
– Fabio Serafini: “Falsi e inesattezze nella ricerca templare”.

Una nuova pubblicazione di Vito Ricci


Vito Ricci

Province e maestri provinciali templari
nel Mezzogiorno  italiano (1169-1312) 

prefazione di Damien Carraz

Edit@casa editrice e libraria, Taranto 2017, pp. 144, euro 14,00


Il Mezzogiorno italiano vide una significativa presenza dell’Ordine templare dai primi decenni successivi alla sua fondazione e sino allo scioglimento. In quest’area geografica furono presenti due Province, unità amministrativo-territoriali nelle quali era articolata l’organizzazione dell’Ordine. Lo stanziamento templare nel Mezzogiorno era dettato da due motivazioni principali: la possibilità di usufruire di porti per l’imbarco verso la Terrasanta e la disponibilità di terre per produrre frumento e altri prodotti necessari per i rifornimenti in Outremer. La Puglia e la Sicilia rappresentavano il granaio per la Terrasanta e senza le derrate alimentati qui prodotte le Crociate sarebbero state molto difficili, se non proprio impossibili. Nel presente lavoro si prendono in esame le due Province templari (quella di Apulia, che abbracciava l’interno Mezzogiorno continentale e risultava essere quella di più antica fondazione, e la Sicilia) e la loro evoluzione nel corso dei secoli XII-XIV. L’analisi principale verte sui cavalieri che ricoprirono la carica di Maestri Provinciali, ufficiali a capo delle Province, che si avvicendarono tra il 1169 (anno di prima attestazione nei documenti di un Maestro) e il 1312 (anno della soppressione dell’Ordine) con l’esame di tutte le attività da essi compiute che sono pervenute nelle fonti, non solo documentali, ma anche materiali come ad esempio le lastre tombali. Questo contributo vuole dare una sistemazione completa (per quanto possibile) ed organica all’organizzazione amministrativa templare nell’Italia meridionale, tentando di ricostruire la sequenza dei cavalieri che furono alla guida delle Province di Sicilia e Apulia che allo stato attuale delle ricerche mancava. Si è cercato di ripercorrere, utilizzando anche fonti straniere, le carriere di tali frati all’interno dell’Ordine, riscontrando come, almeno dalla metà del XIII secolo, ovvero da quando le fonti sono più numerose, il loro cursus fosse caratterizzato da elementi comuni e ricorrenti: l’aver prestato servizio in Terrasanta o l’essere persone di fiducia del Maestro Generale. Una fonte particolarmente utile ai fini delle ricerche è costituita dalle testimonianze rese dai frati durante i diversi processi inquisitori.


XXXIV Convegno di Ricerche Templari – sabato 1° ottobre 2016

14141821_10210361383575779_5765357307254566837_n

La locandina realizzata da Massimo Ricci,
uno dei più noti artisti di Nizza Monferrato.

Sabato 1° ottobre prossimo si terrà il XXXIV Convegno di Ricerche Templari, organizzato dalla nostra associazione, con la collaborazione dell’Accademia di Cultura Nicese “L’Erca” Onlus di Nizza Monferrato (Alessandria).

La sede sarà il prestigioso Auditorium della Trinità a Nizza Monferrato (in Via Pistone, angolo Via Cordara).


PROGRAMMA

Ore 9.30 – Indirizzi di saluto:
– Pietro Masoero, Presidente dell’ Erca
– Simone Nosenzo, Sindaco di Nizza
– Loredana Imperio, Presidente LARTI

Ore 10.00 – Loredana Imperio: Due controversi maestri del Tempio; Philippe de Nablus  e Odon de Saint Amand

Ore 10.30 – Fernando Lanzi: La devozione nell’Ordine del Tempio

Ore 11.00 – Giampiero Bagni: Lo scavo archeologico di Santa Maria del Tempio a Bologna: primi risultati

PAUSA CAFFE’

Ore 12.00 – Vito Ricci: Presenza templare in Dalmazia

DIALOGO CON IL PUBBLICO

PAUSA PRANZO

Ore 15.30 – Fabio Serafini: La bolla papale “Dura nimis est” sull’eventuale fusione degli Ordini templare e giovannita

Ore 16.00 – Sergio Sammarco: Un documento cistercense riguardante i Templari portoghesi

PAUSA CAFFE’

Ore 17.00 – Anna Maria Caroti: Templari e Giovanniti a Nizza Monferrato: la Commenda di San Bartolomeo nella documentazione archivistica

DIALOGO CON IL PUBBLICO

CHIUSURA DEL CONVEGNO